mercoledì 14 febbraio 2018

E’ stato presentato il 14 febbraio 2018 nella Sala Giunta del Coni il progetto "Sicuri in bicicletta", realizzato dalla Federazione Ciclistica Italiana e dalla Fondazione Ania in collaborazione con Polizia di Stato e Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.
Nella conferenza stampa di presentazione è stato ribadito l’obiettivo di aumentare il livello di sicurezza per coloro che usano la bicicletta, attraverso la sensibilizzazione all’utilizzo di strumenti che rendano più visibili i ciclisti che sono sulla strada per una passeggiata o per un allenamento.
L'iniziativa è nata per tutelare una delle categorie di utenti della strada più a rischio di incidenti: una platea di oltre 12milioni di persone, se si sommano coloro che ogni giorno usano la bicicletta per effettuare il percorso casa lavoro o per una pedalata nel tempo libero, ai 17mila giovani (degli oltre 75000 atleti iscritti alla FCI) molti dei quali si allenano sulle strade.
 
Saranno proprio i ragazzi i primi ad essere coinvolti partecipando ad incontri formativi nel corso dei quali verranno illustrati i corretti comportamenti da tenere con la bicicletta quando si viaggia su strada. In questi incontri saranno naturalmente coinvolti i dirigenti ed i tecnici delle società giovanili ed anche i genitori.
Con "Sicuri in bicicletta" si punta anche ad aumentare l'utilizzo delle protezioni come il casco o le pettorine che contribuiscono ad aumentare la visibilità dei ciclisti, essenziale per la sicurezza in bicicletta. E', comunque, molto importante avere un vestiario che permetta al ciclista di essere notato dagli altri utenti della strada, anche prima del tramonto.
 
Nel corso della conferenza stampa di presentazione, sono stati mostrati i video tutorial che saranno parte integrante e fondamentale del processo di formazione riservato ai ragazzi che seguiranno il progetto "Sicuri in bicicletta".
Alla presentazione del progetto sono intervenuti 
Renato Di Rocco, Presidente FCI
Umberto Guidoni, Segretario Generale Fondazione Ania
Prefetto Roberto Sgalla – Direttore delle Specialità della Polizia di Stato
Maurizio Vitelli – Direttore Generale Sicurezza Stradale del Ministero Infrastrutture e Trasporti
Testimonial d’eccezione sono stati
Elia Viviani, oro olimpico
Elena Pirrone, due volte iridata su strada  
Marco Scarponi, fratello di Michele
 




Approfondimenti