martedì 24 maggio 2011

Palazzo Marini Sala delle Colonne della Camera dei Deputati
Violenza stradale
 

La Fondazione ANIA, in collaborazione con Federtrasporti, ha sviluppato un progetto di risk management e loss prevention per le flotte di mezzi pesanti: "Sicurezza nel trasporto pesante".
Attraverso il progetto "Sicurezza nel trasporto pesante" è stata condotta un'attività di monitoraggio, di analisi delle situazioni di rischio in azienda e della natura degli incidenti stradali accaduti.
E' stata inoltre realizzata una capillare attività di informazione e formazione degli autisti per sensibilizzarli sull'importanza di maggiori e più attenti controlli delle loro condizioni psico-fisiche, in particolare della vista, accompagnata da una sperimentazione sull'uso di nuove tecnologie on-board per il soccorso e sull'analisi della dinamica d'incidente (black box).
Nei cinque anni di attuazione, il progetto, avviato nel 2005, ha fatto registrare importanti risultati su diversi fronti: riduzione dell'infortunistica stradale, contenimento dei costi per le aziende, miglioramento della reputazione del settore dell'autotrasporto, diminuzione del numero di fermi macchina e, conseguentemente, incremento della produttività.
I risultati del progetto, giunto quest'anno alla sesta edizione, sono stati illustrati durante il convegno "Sicurezza stradale nel trasporto pesante, una best-practice per i giganti della strada" che si è tenuto il 24 maggio 2011 a Palazzo Marini ? Sala delle Colonne della Camera dei Deputati.
I lavori del convegno sono stati moderati da Mauro Tedeschini e sono intervenuti:
Umberto Guidoni
Segretario Generale Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale
Emilio Pietrelli
Presidente Gruppo Federtrasporti
Stefano Zunarelli
Professore Diritto dei Trasporti Facoltà di Giurisprudenza Università di Bologna
Piero Caramelli
Primo dirigente Prima Divisione del Servizio di Polizia Stradale
Mario Valducci
Presidente Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati
Silvia Velo
Vicepresidente Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati
Conclude Bartolomeo Giachino
Sottosegretario Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti