Secondo uno studio realizzato dalla Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale i periodi di esodo continuano ad essere tra quelli più a rischio sul fronte dell'incidentalità stradale.
I dati degli ultimi 5 anni dimostrano come gli esodi di Natale siano sempre pericolosi e anche se il trend sembrava essere in miglioramento dal 2004 al 2008, il pessimo risultato dell'anno scorso non può che confermare la necessità per chi fa prevenzione di non abbassare mai la guardia e, per gli automobilisti, di aumentare la prudenza.
La Fondazione Ania vuole quindi ribadire l'importanza di una guida prudente quale primo strumento nella lotta all'incidentalità stradale, una vera e propria tragedia nazionale per i costi sociali ed economici che ne conseguono.
La Fondazione Ania ribadisce l'invito a seguire un "decalogo" di regole da seguire nel periodo degli esodi e non solo: non assumere farmaci o alcolici prima di mettersi alla guida, non fumare in auto, non esagerare con il caffè, dosare bene cibo e riposo, rispettare i limiti di velocità e, soprattutto, non distrarsi.




Approfondimenti