Iniziativa per analizzare stili di guida e errori pił frequenti

Proteggere i motociclisti italiani monitorandone gli stili di guida, evidenziando gli errori più comuni, fornendo una testimonianza inattaccabile in caso di incidente stradale e introducendo anche nelle moto sistemi simili a quelli delle scatole nere delle automobili.

Sono questi gli obiettivi del progetto presentato l'11 settembre 2015 a Misano Adriatico dalla Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, realizzato in collaborazione con OctoCam (partecipata di Octo Telematics) e Viasat. L'iniziativa prevede l'installazione gratuita, su un parco selezionato di mezzi, dell'Octo Rider 2V, apparato satellitare che può essere montato sulle moto e che è equipaggiato con un sistema di registrazione video in grado di rilevare tutto ciò che accade durante la guida. 

La sperimentazione con l'installazione degli apparati è iniziata nel gennaio 2016 e andrà avanti fino al 2019. Fino ad oggi sono stati installati 750 dispositivi (250 con telecamera e 500 senza telecamera) che consentono di registrare sia gli stili di guida dei motociclisti che partecipano al progetto, sia gli errori più frequenti, nonché eventuali incidenti subiti e/o provocati. 




Approfondimenti