In collaborazione con la Fondazione Santa Lucia,

Nel 2017 la Fondazione ha assunto un ruolo attivo nella prevenzione dei disturbi neurocognitivi che sembrano essere quelli più impattanti nelle persone anziane, aumentando l’informazione, screening neuropsicologici e promuovendo buone pratiche sul tema al fine di ridurre i tempi di intervento e gli oneri della cura. È nato, dunque, il progetto Kant, in collaborazione con la Fondazione Santa Lucia, che ha per obiettivo la messa a punto di un modello di diagnostica precoce e trattamento del decadimento neurocognitivo con particolare riferimento alla malattia di Alzheimer.

Il progetto prevede tre fasi:
  • una prima fase di sensibilizzazione svolta in eventi a cui la Fondazione ANIA partecipa attraverso la somministrazione di test diagnostici per valutare il livello di deterioramento cognitivo;  
  • una seconda fase di prevenzione, in cui viene elaborato un protocollo di psico-educazione e un nuovo protocollo di training cognitivo (TC);
  • la terza fase del trattamento in cui vengono realizzate terapie di stimolazione cognitiva su pazienti con Alzheimer in fase iniziale.
 
 
Lo scopo a cui la Fondazione ANIA vuole tendere sarà quello di fornire conoscenze su come invecchiare bene e su come intervenire precocemente quando si rilevano dei cambiamenti rispetto al funzionamento delle proprie attività cognitive.  
 

Approfondimenti

Materiali

Materiali