In Italia la prima causa di morte tra i giovani è rappresentata dagli incidenti stradali.

E' evidente l'importanza di promuovere iniziative che sensibilizzino i giovani verso comportamenti di guida corretti e responsabili per non mettere in pericolo la vita propria e quella altrui.
Grazie ad un'adeguata educazione stradale, migliorano i livelli di sicurezza stradale. La scuola rappresenta senz'altro un bacino di utenza che può rivelarsi altamente ricettivo da questo punto di vista e non a caso è stata chiamata a svolgere un ruolo di primo piano nella costruzione ella "cultura della sicurezza stradale".
Da queste considerazioni è nato il progetto "La scuola ti guida" che la Fondazione ANIA realizzerà dal 24 febbraio al 13 marzo 2010.
Fase I
Lo staff della Fondazione ANIA e uno psicologo dell'associazione Federsert, terranno una lezione "teorica", di un'ora dedicata alle classi I e V (coloro che devono conseguire il patentino e la patente B) con l'ausilio del materiale audiovisivo messo a disposizione da AISCAT.
Fase II
Un truck, graficamente riconoscibile, sosterrà davanti alle scuole selezionate e sarà attrezzato, all'interno, con quattro simulatori di guida. Lo staff della Fondazione ANIA distribuirà materiale informativo e assisterà gli studenti e gli insegnanti nelle prove al simulatore. La prova pratica, con il simulatore di guida, sarà preceduta da una lezione teorica a classi unificate.
Nella stessa giornata, la Fondazione ANIA offrirà la possibilità di realizzare, con i professori che avranno dato la loro disponibilità, un incontro formativo per aiutare i docenti ad identificare e sviluppare i contenuti dell'educazione stradale più adatti ai ragazzi, in considerazione anche della loro fascia di età.
Alle scuole dotate di aule informatiche, la Fondazione ANIA metterà a disposizione gratuitamente una consolle e il software del simulatore di guida.
Inoltre, il progetto sarà divulgato sull'intero territorio nazionale tramite la rete agenziale delle compagnie di assicurazione.




Approfondimenti