Ania

Categoria La formazione nel trasporto pesante

Al via le telecamere sui Taxi

Parte da Milano un’iniziativa pilota realizzata da Fondazione ANIA e Uti che coinvolge 200 vetture

Tecnologia e sicurezza stradale. Un binomio sul quale la Fondazione ANIA punta sempre di più per ridurre in Italia il numero e la gravità degli incidenti stradali. Una strategia scelta dalla Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale che, dopo aver lanciato e utilizzato simulatori di guida, prodotti multimediali, applicazioni per cellulari, ha puntato da qualche tempo sull’utilizzo di telecamere. Dopo il trasporto pubblico e il trasporto pesante, anche i taxi sono stati inseriti in un nuovo progetto di sicurezza stradale.

La sperimentazione è partita nell'autunno del 2014 e ha coinvolto 200 vetture della cooperativa taxi di Milano "La Fontana" che sono state equipaggiate con una Roadscan, una piccola telecamera dotata di accelerometro e localizzatore Gps, che diventa un testimone di quanto accade sulla strada e sulla vettura e agisce nel totale rispetto della normativa sulla privacy.

Rassegna Stampa

Audio/Video