Ania

Categoria L'educazione stradale e la formazione

SICURI IN BICICLETTA

Al via progetto per tutelare i ciclisti sulle strade

Aumentare la sicurezza dei ciclisti sulla strada attraverso una serie di iniziative che favoriscano l’utilizzo di protezioni e, al tempo stesso, riducano i comportamenti a rischio di chi usa la bicicletta per una passeggiata o per un allenamento. E’ lo scopo del progetto “Sicuri in bicicletta”, realizzato dalla Fondazione ANIA e dalla Federazione Ciclistica Italiana in collaborazione con la Polizia di Stato e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, presentato il 14 febbraio 2018 nella sala Giunta del Coni a Roma.

L’iniziativa è nata per tutelare una delle categorie di utenti della strada più a rischio di incidenti: una platea di oltre 12milioni di persone, se si sommano coloro che ogni giorno usano la bicicletta per effettuare il percorso casa lavoro o per una pedalata nel tempo libero, ai 17mila giovani (degli oltre 75000 atleti iscritti alla FCI) molti dei quali si allenano sulle strade.

Il progetto

Proprio questi ultimi saranno i primi ad essere coinvolti da “Sicuri in bicicletta”, partecipando ad incontri formativi nel corso dei quali verranno illustrati i corretti comportamenti da tenere con la bicicletta quando si viaggia su strada. In questi incontri saranno naturalmente coinvolti i dirigenti ed i tecnici delle società giovanili ed anche i genitori. Il primo appuntamento di questo ciclo di incontri è stato fissato per il 17 marzo ad Ancona. Il Centro Studi della FCI, inoltre, ha inserito, nei programmi dei corsi per tecnici federali, una lezione dedicata alla sicurezza stradale e ha previsto un percorso formativo specifico per la preparazione di personale che svolga iniziative sulla sicurezza in bicicletta negli istituti scolastici. Oltre che in ambito agonistico, l’iniziativa si svilupperà anche in ambito scolastico, con incontri dedicati all’educazione stradale degli alunni in vari istituti di tutta Italia.

Con “Sicuri in bicicletta” si punta anche ad aumentare l’utilizzo delle protezioni come il casco o le pettorine che contribuiscono ad  aumentare la visibilità dei ciclisti, essenziale per la sicurezza in bicicletta.

E’, comunque, molto importante avere un vestiario che permetta al ciclista di essere notato dagli altri utenti della strada, anche prima del tramonto.

I materiali

Per il progetto “Sicuri in bicicletta” sono stati realizzati video tutorial che verranno utilizzati durante le lezioni per descrivere le manovre corrette da eseguire quando si guida una bicicletta su strada. A tutti gli iscritti della Federazione verrà distribuito un opuscolo informativo che riepiloga le principali regole da rispettare quando si va in bici e, a coloro che parteciperanno ai momenti di formazione, verrà regalata una pettorina ad alta visibilità.

Audio/Video

  • 18 febbraio 2018 LA 7 MAGAZINE MOTORI Sicurezza stradale: Fondazione Ania ha presentato al Coni progetto "Sicuri in bicicletta" ...