Ania

Categoria L'educazione stradale e la formazione

LA FONDAZIONE ANIA TORNA AL MEETING DI RIMINI

La Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale è tornata protagonista al Meeting di Rimini. Dopo la presenza del triennio 2009-2011, la Onlus delle compagnie di assicurazione parteciperà di nuovo alla manifestazione che si svolgerà, dal 19 al 25 agosto prossimi, alla Fiera di Rimini.

Il comportamento del conducente, lo stato delle infrastrutture, la tecnologia al servizio della sicurezza stradale e personale, il check up della vista e il calcolo della pensione: queste e molte altre le proposte delle compagnie di assicurazione che, attraverso ANIA e Fondazione ANIA, hanno allestito al Meeting di Rimini 2016 uno stand diviso in corner tematici. Molte le iniziative di formazione previste, a partire dalle prove di guida sicura con il nuovo simulatore dinamico della Fondazione ANIA. Un progetto riservato ai neo patentati che, negli anni passati, era stato già proposto al Meeting di Rimini con una diversa versione dei simulatori di guida, quella statica. I ragazzi che si sono presentati allo stand hanno potuto sperimentare la guida sicura virtuale, con esercizi come l’evitamento di ostacoli improvvisi o il controllo di un’automobile in caso di acquaplaning. Hanno avuto modo di valutare, inoltre, i rischi della guida in stato psicofisico alterato:il software del simulatore, infatti, è in grado di riproporre le condizioni in cui si guida quando si è sotto l’effetto di droga o alcol. Spazio anche agli utenti vulnerabili della strada, con corner informativi dedicati a pedoni, ciclisti e motociclisti, ma anche al corretto trasporto dei minori in automobile.

Grande attenzione è stata riservata alle novità tecnologiche che possono contribuire a ridurre il numero e la gravità degli incidenti stradali in Italia. In occasione del Meeting di Rimini, la Fondazione ANIA ha lanciato la app del simulatore di guida, strumento per smartphone e tablet che consente a tutti coloro che la scaricano sul proprio device di testare le proprie capacità di guida. Accanto a questa, è stata rilanciata anche la app del progetto blackpoint, un progetto di punta della Fass: attraverso le segnalazioni degli utenti è possibile mappare i cosiddetti “punti neri” della viabilità stradale, mettendo in rete applicativi da scaricare sui vari tipi di navigatori satellitari per essere sempre allertati quando ci si avvicina ad un punto particolarmente pericoloso. Restando in tema di tecnologia, la Fondazione ANIA ha mostrato i vantaggi dell’utilizzo di sistemi satellitari come la scatola nera o la scatola rosa, in grado di geolocalizzare il veicolo in caso di incidente o di allarme, facendo scattare i soccorsi.

Oltre alle attività di sicurezza stradale, nello spazio allestito dalla Fondazione ANIA era presente un calcolatore previdenziale. Con questo servizio l’ANIA, l’Associazione tra le imprese assicuratrici, ha consentito a tutti coloro che lo desideravano di stimare l’importo pensionistico. Personale specializzato ha fornito a tutti i visitatori informazioni utili ad elaborare correttamente il calcolo.

Nell’anno in cui il titolo della manifestazione era “Tu sei un bene per me”, la Fondazione ANIA è tornata al Meeting di Rimini per ribadire l’importanza del rispetto delle regole della strada per la tutela della propria vita e di quella degli altri.