La Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale mette a disposizione degli automobilisti un simulatore di guida dinamico per il miglioramento delle conoscenze delle tecniche di guida e delle modalità di intervento sui comandi del veicolo in caso di situazioni impreviste sulla strada. Il simulatore  utilizza un software in grado di ricostruire i movimenti di un'automobile e di simulare varie situazione di guida reali (ostacolo improvviso, fondo bagnato, fondo ghiacciato, ecc.). Oltre a questo, c'è la possibilità di ricostruire gli effetti della guida in stato psicofisico alterato (alcol e droghe).

Questo strumento rappresenta l'ideale evoluzione del simulatore di guida statico lanciato anni fa dalla Fondazione ANIA utilizzato nelle manifestazioni dedicate alla sicurezza stradale e portato in numerose scuole d'Italia. 

Rispetto alla versione statica, quella dinamica aumenta la percezione sensoriale di chi sta simulando la guida riproducendo, ad esempio, gli effetti di una sbandata o della perdita di controllo del veicolo. Al tempo stesso, si ha una maggiore e più realistica percezione dell'accelerazione e della frenata. 

 
I PRINCIPALI ESERCIZI CHE SI POSSONO FARE AL SIMULATORE
Sovra / Sottosterzo con una vettura a trazione anteriore o posteriore e in condizioni di scarsa aderenza lungo una curva:DSC_0091

In questo esercizio l'utente impara l'uso corretto dell'acceleratore e dello sterzo percorrendo una curva in condizioni di scarsa aderenza.Sono previste infinite possibilità di esecuzione dell'esercizio, ciascun tentativo dà origine ad un punteggio positivo se l'esecutore ha previsto il rischio ed ha rallentato, un punteggio sempre positivo sarà assegnato all'utente che ha recuperato la situazione di sovra/sottosterzo correttamente mentre ci sarà, un punteggio negativo, per errori, incidenti o infrazioni del codice della strada (es. velocità eccessiva).

 

 

 

Evitare un ostacolo improvviso

DSC_0148
In questo esercizio si percorre un tratto stradale ed il software provvede ad attivare in maniera casuale un ostacolo simulando la situazione di una mancata precedenza, un pedone che attraversa la strada o un ostacolo improvviso al termine di un banco di nebbia. Sono previste infinite possibilità di eseguire l'esercizio, ciascun tentativo dà origine a un punteggio massimo se l'esecutore ha previsto il rischio ed ha rallentato, un punteggio sempre positivo sarà assegnato all'utente che ha recuperato la situazione di "evitamento" con il riallineamento della vettura, mentre ci sarà un punteggio negativo per impatto con l'ostacolo, uscita dalla sede stradale, errato allineamento della vettura, incidenti o infrazioni del codice della strada (es. velocità eccessiva).

 
 
 
Acquaplaning

DSC_0057In questo esercizio si affronta una situazione di acquaplaning generata da un classico accumulo di acqua lungo un percorso. Lo scopo dell'esercizio è quello di insegnare all'utente che in questa condizione è fondamentale non intervenire sui comandi della vettura, perché darebbero luogo ad una condizione irrecuperabile. Il punteggio è valutato in base al rispetto del codice della strada ed alla previsione del rischio. Ci saranno penalità nelle seguenti condizioni: uscita della sede stradale, incidente, mancato rispetto del codice della strada, intervento sui comandi della vettura.

 
 
 
Tornante in condizioni di scarsa aderenza
DSC_0019In questo esercizio si giunge in un tornante alla fine del quale è presente una zona d'asfalto bagnato che mette in crisi l'assetto della vettura in uscita da una curva. Lo scopo dell'esercizio è quello di evitare il testacoda imparando le corrette manovre di correzione necessarie con sterzo e gas. Il punteggio è valutato in base al rispetto del codice della strada, alla previsione del rischio e all'esecuzione della correzione con sterzo e gas. Le penalità si manifestano nelle seguenti condizioni: uscita della sede stradale, incidente, mancato rispetto del codice della strada, errato allineamento della vettura a fine esercizio.




Approfondimenti