Campagna di sicurezza stradale promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con la Fondazione ANIA

Icaro 8" presenta ANIA CAMPUS

Anche per il 2008 la Fondazione ANIA ha partecipato come partner principale al progetto del Ministero dell'Interno "Icaro 8".
La modalità realizzativa è quella, consolidata negli ultimi anni, dello spettacolo "IcaroYoung" dedicato alla sicurezza stradale e rivolto ai ragazzi delle scuole superiori.
Contemporaneamente in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione è stato lanciato il concorso "La campagna la facciamo noi" destinato alle scuole secondarie di II grado, che ha premiato i migliori spot sulla sicurezza stradale.
Collegato ad "Icaro 8" ci sarà l'ANIA Campus, realizzato da Fondazione Ania, in collaborazione con ANCMA (Associazione Costruttori ciclo e motociclo) e FMI (Federazione motociclistica Italiana).
La Fondazione ANIA, in coincidenza dell'arrivo nelle varie città di "Icaro 8", ha allestito nelle principali piazze, un'area didattica, un luogo di apprendimento organizzato per il miglioramento delle conoscenze teoriche e pratiche per una guida sicura sulle due ruote. L'obiettivo dell'iniziativa è stato quello di proporre un modello formativo propedeutico all'introduzione dell'obbligo per i minorenni della prova pratica per l'acquisizione del certificato di idoneità per la guida del ciclomotore.
L'ANIA Campus propone un format didattico di semplice realizzazione che può dimostrare come sia possibile organizzare da parte delle scuole anche un momento di formazione pratica rivolta alla guida del ciclomotore che può completare la parte teorica attualmente gestita direttamente dagli insegnanti.
All'ANIA Campus hanno partecipato gli studenti di Scuola Media Superiore. Si tratta quindi di ragazzi di età compresa tra i 13 e i 18/19 anni.
Per facilitare la formazione sono stati realizzati due gruppi: classe Teen per gli adolescenti dai 13 ai 15 anni e classe Young per i ragazzi dai 16 ai 18 anni.
I mini corsi gestiti tecnicamente dagli istruttori della Federazione Motociclistica Italiana, hanno previsto una prima parte di teoria e una seconda di pratica, da tenersi con scooter 50 cc messi a disposizione dall'ANCMA. La durata complessiva è stata di un'ora e mezza circa.
L'idea è stata quella di creare un mini percorso a tappe che ha analizzato e spiegato tutti i concetti e gli aspetti in cui si declina operativamente la sicurezza stradale: l'equilibrio tra uomo, veicolo e ambiente, l'abbigliamento e le protezioni, la manutenzione e la gestione del veicolo e le tecniche di guida più idonee nella quotidianità e in caso di emergenza.

L'ANIA Campus ha previsto un allestimento con diverse aree prova, in modo da ripartire i ragazzi in classi omogenee. Per la classe Teen: due aree di circa 500 m2 ciascuna. La prima è stata dedicata ai Principianti e la seconda agli Intermedi; per le Classe Teen Esperti e la Classe Young: un'area di circa 1.000 m2 .
Altri 500 m2 hanno previsto l'allestimento del villaggio con sei stand.
L'ANIA Campus, a conclusione del tour "Icaro 8", ha previsto una seconda fase da maggio a ottobre, quando si è trasferita dalle piazze alle piste (Vallelunga, Misano, Mugello, Monza), in concomitanza con gli eventi e gli appuntamenti della Scuola Motociclistica Italiana. In questo caso i corsi di guida sicura sono stati rivolti ai motociclisti.
I partecipanti sono stati selezionati tra coloro che hanno svolto le prove di guida sicura durante "Icaro 8".




Approfondimenti