Per il secondo anno consecutivo nelle principali piazze italiane, la Fondazione ANIA ha portato il progetto Black Point(www.smANIAdisicurezza.it).
Il progetto mira a censire e a contribuire a risolvere i punti particolarmente pericolosi della circolazione stradale che vengono segnalati direttamente dai cittadini. Inoltre, nello spirito che caratterizza l'attività della Fondazione ANIA di realizzare anche un'opera di prevenzione dal rischio incidente, tutte le segnalazioni pervenute vengono registrate in un software che è scaricabile gratuitamente sui navigatori satellitari in commercio.
Nelle piazze è stata allestita una tensostruttura all'interno della quale è stato possibile interagire sia per segnalare i punti pericolosi della circolazione stradale sia per potersi esercitare con un simulatore di guida che la Fondazione ANIA ha realizzato.
All'interno della tensostruttura è stato previsto un info-point per accogliere ed informare il pubblico e per dare la possibilità ai presenti di conoscere il progetto "Black Point".
Inoltre, è stata data la possibilità, alle signore, di installare la "scatola rosa", un dispositivo satellitare di piccole dimensioni che può essere volontariamente applicato su qualsiasi automobile; è la memoria digitale del veicolo e permette di ricostruire con precisione la dinamica di un sinistro. Questo dispositivo garantisce un pronto soccorso immediato in caso di incidente, un servizio personalizzato di assistenza stradale ed un sos di emergenza a tutela della sicurezza personale. La "scatola rosa" consente il collegamento 24 ore su 24 con una centrale operativa che rileva, in tempo reale, un eventuale incidente. Invece, in casi di guasto meccanico o di aggressione, la guidatrice può chiedere soccorso immediato premendo un apposito pulsante in auto o su un telecomando elettronico, attivabile nei pressi del veicolo di appartenenza. La scatola contiene un dispositivo satellitare che consente alla centrale di sapere, in caso di allarme, dove è localizzato il veicolo, per poter fornire immediate indicazioni alle Forze dell'Ordine, richiedere il pronto intervento meccanico o il soccorso sanitario. Tutti coloro che si presenteranno allo stand della Fondazione hanno ricevuto dei gadgets.
In occasione dell'ultima tappa del tour Black point di Trieste è stato organizzato un convegno. Le Compagnie di Assicurazione in prima linea per la sicurezza stradale. Questo il tema al centro del convegno "I giovani e la sicurezza stradale: vera emergenza nazionale", organizzato da Allianz S.p.a., Generali Assicurazioni e Sasa - Gruppo Fondiaria Sai, in collaborazione con la Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, che si è tenuto a Trieste v. Relatori.
Il convegno ha messo in evidenza la ferma volontà delle Compagnie di Assicurazione di contrastare con risorse finanziarie ed attraverso un costante apporto di strategie ed idee, quella che è ormai diventata una vera e propria piaga sociale: gli incidenti stradali.




Approfondimenti