Progetto di supporto per elaborare il trauma degli incidenti stradali

E' stato presentato nella sede dell'ANIA il progetto ANIA Cares, ideato dalla Fondazione ANIA in collaborazione con La Sapienza Università di Roma e con la Polizia Stradale allo scopo di fornire assistenza psicologica alle vittime di incidenti stradali e ai loro familiari. L'intenzione è quella di fornire un aiuto qualificato per reagire dopo un incidente stradale, superando le conseguenze psicologiche per danni fisici permanenti o per la perdita di una persona cara. ANIA Cares avrà una durata triennale e nella prima fase sarà operativo grazie ad accordi con strutture sanitarie a Roma, Milano e Firenze. 

Il progetto è stato presentato dal Presidente di ANIA e Fondazione ANIA, Aldo Minucci, alla presenza di Roberto Sgalla, Direttore delle Specialità di Polizia di Stato, Annamaria Giannini, Docente di Psicologia, coordinatore scientifico del progetto, Massimo Ammaniti, Professore emerito di Psicopatologia, Stefano Guarnieri, Associazione "Lorenzo Guarnieri", Cristiano Violani, Preside Facoltà di Medicina e Psicologia, La Sapienza Università di Roma.

ANIA Cares sarà coordinato da Annamaria Giannini e, tra i consulenti, ci sono lo psicologo e psicoterapeuta Roger Solomon, consulente del Senato degli Stati Uniti, della Nasa, dell'Fbi e di varie forze dell'ordine, che ha seguito le vittime di tragedie come gli attacchi terroristici dell'11 settembre, Massimo Ammaniti, professore emerito di Psicopatolgia dello sviluppo, e Cristiano Violani, Preside della facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma.